Fuga da Alcatraz

Immagine

Trama:Frank Morris, reo di molte fughe dalle carceri statunitensi, viene trasferito al penitenziario di Alcatraz, denominato “The Rock” e famoso per le condizioni che vi rendevano impossibile le evasioni. Benchè di carattere chiuso, Morris fa alcune amicizie: Doc, il pittore timido che si taglia le dita di una mano quando gli tolgono il permesso di pitturare, Litmus, un italiano che si fa chiamare “Al Capone”, il negro English che apprezza il nuovo arrivato e lo protegge, Clarley, l’indeciso che non giungerà all’appuntamento della fuga. Frank, inoltre, ben presto dovrà rilevare la durezza del carcere speciale e la disumanità del suo direttore. Quando al penitenziario pervengono i fratelli Clearence e John Anglin, già conosciuti altrove, Morris si decide e propone un piano di fuga che viene minuziosamente realizzato. Quando la fuga dei tre viene scoperta, scatta il dispositivo di ricerca che non approda a nulla. Il direttore, che preferisce sostenere l’annegamento nella baia dei fuggitivi, viene richiamato a Washington e la prigione, smantellata, diviene un curioso centro di attrazione turistica.

 

http://rapidshare.com/files/207260698/fdaalcat.rar

SPORE

Immagine

pro                                                                             contro

– Un simulatore di vita completo in tutto
– Realizzazione ottima
– Editor potentissimo
– Devo giocarci ancora…
– …e mi porterà via un sacco di tempo
– Lo si ama o lo si odia, in perfetto stile Maxis

Finalmente ci siamo. Maxis ha fatto arrivare sugli scaffali dei nostri negozi uno dei titoli più attesi della stagione, permettendo ai videogiocatori di tutto il mondo di potersi divertire con un gioco davvero poliedrico e, a noi di Spaziogames, di poterne scrivere una recensione immediatamente per voi.
Si tratta di un titolo poliedrico, si diceva, perché Spore è un mix assoluto di generi, spezzando i classici cliché e mostrandosi al grande pubblico come una riuscita miscela di elementi GDR, gestionali, action e strategici. Esaminiamoli uno per uno, cercando anche di analizzare in modo approfondito un titolo che merita tutta la nostra attenzione.
Ciò che potrebbe inquietare una vasta fetta di utenti, è proprio il fatto che ci si trovi di fronte ad un gioco con tanta, per alcuni troppa, carne al fuoco, seppure nelle intenzioni della casa di produzione ci sia proprio il progetto di abbracciare i bacino d’utenza più vasto possibile. Devo dire che, sotto questo profilo, il progetto centra l’obiettivo in pieno, conferendo a Spore un carattere di immediatezza e di complessità estrema allo stesso tempo, risultando un gioco profondo ma di intuitiva familiarizzazione anche per i neofiti del genere e, più nello specifico, delle produzioni Maxis.
Il titolo in questione si suddivide in cinque eoni fondamentali: la creazione (stadio monocellulare, nell’acqua), il balzo evolutivo sulla terraferma, la fase tribale, l’epoca delle civiltà e, infine, l’epoca spaziale. Ciò che caratterizza Spore, però, è che ad ogni scaglione temporale corrisponde uno stile di gioco, mutando per forma e struttura il nostro modo di affrontare il percorso evolutivo, avendo a che fare nelle prime due epoche con un gioco di ruolo abbastanza rudimentale, contornato di moltissimi elementi action, per poi trasformarsi in un gestionale sempre più complesso, rendendo il gioco tutto come una metafora in chiave spiritosa della vita su un pianeta e del percorso evolutivo di una specie (le cui fattezze avranno come unico limite la vostra creatività) che deve fare a spallate per emergere nel rigido meccanismo della catena alimentare.

All’inizio fu la cellula
Immediatamente dopo l’installazione, verremo immersi (nel vero senso della parola) nell’universo di Spore, dovendo dapprima selezionare un pianeta di nostro gradimento e, poi, sguazzando nell’acqua in una lotta senza quartiere per la nostra evoluzione. Inizialmente, infatti, impersoneremo un organismo unicellulare che, attraverso un cammino lungo miliardi di anni (un’ora o due di gioco) dovrà imporsi a suon di morsi su altre creature dello stesso tipo, ma con caratteristiche diverse. Questo primo ambiente è completamente immerso nelle profondità oceaniche, partendo dai più remoti angoli del globo (cioè dove vivono le creature più primitive) per poi arrivare sempre più su fino a sfiorare la superficie del mare. In questa fase di gioco non dovremo fare altro se non cliccare all’impazzata (ottimo esempio di button smashing) per mangiare creature del nostro stesso livello, per ottenere punti DNA, cha altro non sono se non una rivisitazione in chiave Maxis dei canonici punti esperienza presenti normalmente nei GDR. Stando ovviamente attenti a non essere sbranati da predatori più grossi di noi (in quanto appartenenti ad uno stadio evolutivo successivo al nostro) inizieremo a familiarizzare con l’editor della specie. E’ presente un bottone infatti, quello dell’accoppiamento, che ci permetterà di chiamare un altro membro della nostra specie al fine di elaborare una nuova cellula e compiere il primo, minuscolo, salto evolutivo. L’editor configurato dai programmatori è quanto di più complesso si sia mai visto in un gioco, consentendoci di personalizzare in modo veramente totale la specie che vogliamo creare. Chiaramente in questa prima fase di gioco, che è poi una sorta di tutorial giocabile, avremo facoltà di personalizzazione piuttosto elementari, come ad esempio quella di aggiungere alla nostra cellula degli aculei o delle chele per sconfiggere meglio le altre spore. Dopo un po’ di pratica negli ambienti subacquei, che come atmosfera danno la sensazione di trovarsi all’interno di una sorta di placenta (che poi, quello è), ci ingrosseremo sempre di più, aumentando così la complessità della nostra struttura cellulare. Dopo questa fase, finalmente, siamo pronti per mettere piede sulla terraferma ed affrontare il nuovo, più complesso, cammino verso la supremazia sul pianeta.

Cosa sono queste zampe?
Dopo aver messo piede fuori dall’acqua, ci troveremo in un mondo completamente sconosciuto, abitato dalle più varie creature. Anche da questo punto di vista, il lavoro svolto dai programmatori è di primissimo livello, avendo elaborato un sistema di creazione dei mondi che ha dell’incredibile. Il motore fisico di creazione delle creature, lungi dall’essere realistico, prevede una gamma di combinazioni possibili per le creature esistenti che è a dir poco infinita. Insomma, creando un altro pianeta dall’inizio e ricominciando la partita, è difficile che il computer elabori due volte la stessa creatura: davvero impressionante.
E’ proprio in questa fase sulla terra che dovremo fare la conoscenza di altre microtribù di creature che muovono i primi passi sul suolo del nostro pianeta. In questo senso, tra l’altro, dovremo anche imparare a rapportarci con loro, scegliendo un approccio amichevole o bellicoso, sviluppando di conseguenza o il nostro cervello (se decidiamo di essere buoni) o la nostra forza fisica (se decidiamo di aggredire tutti). Il risultato non cambierà l’esito della nostra campagna, sia che stringiamo alleanze che se sterminiamo intere specie di creature che, assai raramente, risultano essere aggressive. Come su ogni pianeta che si rispetti, sarà molto più difficile stringere alleanze e molto più facile assumere atteggiamenti belligeranti, il tutto finalizzato ad ottenere punti DNA che ci permetteranno di dare una forma, definitiva d questa fase di gioco in poi, alla nostra specie. E’ proprio qui che l’editor di personalizzazione raggiunge le vette dell’eccellenza. Si potrà, infatti, personalizzare la propria creatura ad un livello quasi intimo, potendo modificare la posizione di ogni singola vertebra delle nostre entità. Bisogna anche fare attenzione al fatto che ogni caratteristica fisica che aggiungiamo o togliamo, conferisce alla nostra specie (o espunge da essa) alcune abilità particolari che, a seconda del nostro prevalente atteggiamento verso i rapporti sociali, potrà esserci utile o meno utile. Posso assicurarvi che, pur non amando le personalizzazioni nei videogiochi, ho passato la maggior parte del tempo a fare esperimenti su come avrebbe potuto essere la mia specie, divertendomi a trasfigurarla in più di un’occasione

Voilà, il gestionale è servito
Nelle ultime tre fasi di gioco, Spore si trasforma. Da gioco con prevalenza di componenti ruolistiche diventa uno strategico in tempo reale a tutti gli effetti, per culminare nell’ultima fase, quella spaziale, in cui le similitudini con un gestionale come Master of Orion sono fin troppo facili.
Chiaramente, nella fase tribale (la prima, tra quelle complesse), avremo a che fare con una personalizzazione della nostra civiltà assai limitata e semplice, rivolta perlopiù alla ricerca di cibo ed alla distruzione delle altre tribù (od alla fraternizzazione con esse), nonché alla costruzione di alcuni elementari edifici, senza contare la limitatezza delle comunità a nostra disposizione, dal momento che avremo non più di dodici unità a disposizione, ognuna delle quali ha un nome proprio ed una propria personalità, segno che alla Maxis hanno dedicato un’attenzione smodata alla programmazione di un’intelligenza artificiale degna di nota, pur presentando questa alcuni bachi nelle fasi più concitate di gioco.
Successivamente ci ritroveremo nella fase civiltà, decisamente più complessa della fase tribale, in cui sarà necessario cimentarsi nuovamente con il potentissimo editor al fine di personalizzare all’estremo ogni singolo dettaglio della nostra città, personalizzazione che va dal vestiario dei singoli cittadini fino alla costruzione diretta, da parte nostra, dei veicoli e degli edifici.
Per concludere la campagna in single player, avremo a che fare con un gestionale quasi puro, nella fase spaziale, in cui la nostra civiltà sarà giunta al culmine della sua evoluzione e dovrà imporre definitivamente il suo dominio nello spazio conosciuto.

Il comparto tecnico
Indubbiamente, anche da questo punto di vista, ci troviamo di fronte ad un risultato di rilievo. Da un punto di vista assoluto questo titolo si dimostra decisamente ben realizzato (con un particolare occhio di riguardo alla realizzazione dell’acqua, presente in vastissime quantità sui pianeti), pur con qualche riserva in termini di dettaglio grafico che, considerata la varietà di creature e le infinite possibilità di personalizzazione, è assolutamente di secondaria importanza. Le varie strutture di gioco, oltretutto, implicano anche l’utilizzo di un motore grafico che, riletto di fase in fase, dà la sensazione di trovarsi con cinque engine differenti all’interno di uno stesso gioco. Spore, insomma, risulta completo anche da questo punto di vista. Il motore grafico, inoltre, risulta essere ben scalabile e mai troppo pesante, cosicché vi sia agevole giocare anche con un computer di fascia media (non più in basso perché, comunque, i poligoni hanno le loro esigenze). Ciò che fa raggiungere livelli di eccellenza a Spore, è rappresentato dall’ultima missione, quella spaziale, che vanta una realizzazione impeccabile per ognuno dei tantissimi pianeti esplorabili (giocando non mi sono nemmeno reso conto se siano infiniti o meno).
Dal punto di vista audio, le cose vanno ancora meglio, con effetti sonori e musiche avvolgenti e mai fastidiosi.

Giocabilità
Come già accennato, non si può parlare della giocabilità di Spore, ma delle varie giocabilità presenti in questo splendido titolo. Sarà diverso il nostro modo di approcciare ogni fase evolutiva, con ciò comportando il fatto che dovremo riadeguare il nostro stile di gioco ad ogni fase evolutiva. Per così dire, se le parole non vengono usate a caso, anche noi, come le nostre creature, dovremo evolverci nel corso della nostra avventura: un perfetto esempio di coerenza videoludica che, da sempre alla Maxis, rappresenta una sorta di leitmotiv. Si tratta quindi di un prodotto certamente fruibile, sia dagli utenti più smaliziati che dai neofiti. È in ogni caso difficile dare un giudizio a questo gioco, in particolare da questo punto di vista, dal momento che si tratta di una produzione con una struttura difficilmente classificabile e che, pertanto, ottiene anche un giudizio piuttosto generico. Generalmente tutte le varie interfacce di gioco risulteranno intuitive permettendovi di addomesticare questo gioco in pochi minuti. Se proprio vogliamo trovare un neo, nella seconda fase di gioco l’utilizzo della telecamera non è proprio il massimo della vita, ma coi tempi che corrono ci siamo quasi abituati.

Longevità
Pressoché infinito, Spore non presenta punti deboli su questo fronte dimostrandosi, oltre che divertente, anche estremamente rigiocabile per via della grande varietà possibile di situazioni che ci troveremo a potere affrontare. La campagna in single player vi porterà via non meno di quaranta ore per essere portata a termine, di cui una buona metà occupata già solo dalla campagna spaziale, lunghissima e complicatissima.

Massively Single-Player Online Game
Con questo neologismo videoludico Will Wright ha scelto di spiegare la particolare concezione che lega Spore alla componente online. Ogni giocatore sarà sempre connesso ad un server centrale, il quale memorizzerà gli user generated content e li ridistribuirà nelle sessioni di altri giocatori. Questo assicura una varietà praticamente infinita di contenuto, e rappresenta un modo nuovo e geniale di gestire il rapporto tra gamers di tutto il mondo in un’esperienza single player.

Multiplayer
Condivisione online degli User Generated Content

Hardware
Requisiti minimi
Windows XP
2.0 GHz P4 o equivalente
512 MB di RAM
Scheda video con 128 MB di VRAM, con supporto per i pixel shader 2.0
6 Gb di spazio su hard disk

Windows Vista
2.0 GHz P4 o equivalente
768 MB di RAM
Scheda video con 128 MB di VRAM, con supporto per i pixel shader 2.0
6 Gb di spazio su hard disk

Requisiti consigliati
Intel Core 2 Duo 5500 o Amd equivalente
1024 MB di RAM
Scheda video NVIDIA GeForce 8600 o ATI equivalente, con 256 MB di VRAM
6 Gb di spazio libero su hard disk

Eccoci alle consuete conclusioni. Siamo di fronte ad un titolo impressionante per la mole di lavoro svolto dai programmatori, per la profondità nell’esperienza di gioco e, non ultimo, per il divertimento che Spore è in grado di offrire. Ci sentiamo di consigliarne l’acquisto a tutti gli amanti dei videogiochi, siano essi appassionati dei generi descritti in corso di recensione o meno. Qusto titolo è un prodotto completo, divertente e, più in generale, soddisfacente da tutti i punti di vista. Una vera e propria esperienza che, oggi come oggi, vale l’acquisto di un gioco.

Spore, [Strategia] download


Piattaforma: PC
Editore: Electronic Arts
Sviluppatore: EA Games
Data di rilascio: 2007
Genere: Strategia

Trma

Spore è una simulazione dell’evoluzione di una civiltà dalle prime molecole fino alla conquista della galassia ed è suddiviso in varie fasi, ognuna delle quali ha un proprio stile di gioco. Will Wright ha detto di aver cercato di rendere i giocatori in grado di passare tutto il tempo che vogliono su ciascuna fase. Se ad un giocatore piace ad esempio la fase delle creature, non sarà costretto ad abbandonarla per proseguire finché non vorrà farlo.
Il gioco inizia con una meteora che precipita su un pianeta scelto dal giocatore, richiamando il concetto di panspermia. La panspermia è una teoria scientifica che suggerisce che i semi della vita siano sparsi per l’Universo, e che la vita sulla Terra sia iniziata con l’arrivo di detti semi (in senso ovviamente figurato) tramite un meteorite o una cometa e il loro sviluppo. È implicito quindi che ciò possa accadere anche su molti altri pianeti. Per estensione, semi si potrebbero considerare anche semplici molecole organiche.

Requisiti di sistema
Configurazione per Windows XP:
CPU 2.0 GHz P4 o equivalente
512 MB RAM
Scheda video con almeno 128 MB di RAM, con supporto Pixel Shader 2.0
6 GB di spazio libero su hard disk

link Download

[Controllo Link]
http://www.megaupload.com/?d=6YO3SSWR
http://www.megaupload.com/?d=XM3JO0N0
http://www.megaupload.com/?d=UQZJGH0F
http://www.megaupload.com/?d=1LBGG1EA
http://www.megaupload.com/?d=HBXGJUI5
http://www.megaupload.com/?d=FG9UFBE1
http://www.megaupload.com/?d=ZAZV5UQ7
http://www.megaupload.com/?d=ZUFNJYK6
http://www.megaupload.com/?d=3W8GAPUE
http://www.megaupload.com/?d=FPPON9XY
http://www.megaupload.com/?d=YH7QDO1X
http://www.megaupload.com/?d=25NUSOVX
http://www.megaupload.com/?d=2JTV6ORV
http://www.megaupload.com/?d=5LXE4RET
http://www.megaupload.com/?d=J6Y1ZWQD
http://www.megaupload.com/?d=GAJG6BM3
http://www.megaupload.com/?d=QY99A2QB
http://www.megaupload.com/?d=OALHQOFH
http://www.megaupload.com/?d=GD155FK7
http://www.megaupload.com/?d=742RCKFK
http://www.megaupload.com/?d=A70F9M2Z
http://www.megaupload.com/?d=I4GVA6U5
http://www.megaupload.com/?d=7KJUENCP
http://www.megaupload.com/?d=0QN3774N
http://www.megaupload.com/?d=V1K98AUJ
http://www.megaupload.com/?d=N743FJBP
http://www.megaupload.com/?d=C3MRO9GM
http://www.megaupload.com/?d=PX5R10Z3
http://www.megaupload.com/?d=PGZORC26
http://www.megaupload.com/?d=YRI0GX5T
http://www.megaupload.com/?d=9G1U61BU
http://www.megaupload.com/?d=S6MUI207
http://www.megaupload.com/?d=M515JWML
http://www.megaupload.com/?d=ZN0H3ABG
http://www.megaupload.com/?d=BE2ZOVAM

Pass:forever

L’uomo che fissa le capre MD.TS ENG mkv

L’uomo che fissa le capre MD.TS ENG mkv


Immagine

Immagine

Regia: Grant Heslov
Sceneggiatura: Peter Straughan
Attori: Ewan McGregor, George Clooney, Kevin Spacey, Jeff Bridges, Robert Patrick, Stephen Root, Stephen Lang, Glenn Morshower, Nick Offerman, Rebecca Mader, Merik Tadros, Terry Serpico, Robert Curtis-Brown, Tim Griffin

Ruoli ed Interpreti
Fotografia: Robert Elswit
Montaggio: Tatiana S. Riegel
Produzione: BBC Films, Smoke House
Distribuzione: Medusa Film
Paese: USA 2009
Uscita Cinema: 06/11/2009
Genere: Commedia
Durata: 90 Min
Formato: Colore

Trama del film L’uomo che fissa le capre:
Bob Wilton (Ewan McGregor) è un giornalista di mezza tacca che dopo la fine dle suo matrimoni, si reca in Medio Oriente affamato di scoop. Lì incontra Lyn Cassidy (George Clooney), da oltre vent’anni membro di un reparto segreto dell’esercito statunitense che si prefigge di utilizzare facoltà paranormali in campo bellico. Scopre così che l’esercito e il modo di combattere sono cambiati: il bizzarro reparto si prefigge di utilizzare poteri psichici per poter leggere i pensieri del nemico, passare attraverso solide mura e perfino uccidere una capra semplicemente fissandola. Quando il fondatore del reparto Bill Django (Jeff Bridges) sparisce, Cassidy intraprende una missione per trovarlo e Bob si unirà a lui incuriosito dalle sue inverosimili storie.

Soggetto: Tratto dall’omonimo libro del giornalista inglese Jon Ronson sul First Earth Battalion dell’esercito americano.

L’uomo che fissa le capre MD TS ENG mkv

Immagine

http://hotfile.com/dl/21588320/4130beb/tmwsag.mitu420.part1.rar.html
http://hotfile.com/dl/21578751/2d59472/tmwsag.mitu420.part2.rar.html
http://hotfile.com/dl/21583051/623151f/tmwsag.mitu420.part3.rar.html

A/V 6/6

FORMAT ________________| MKV
FILE SIZE _____________| 350 MB
RESOLUTION ____________| 704 x 430
FRAME RATE ____________| 25 fps
NUBMER OF CDS _________| 1
LANGUAGE ______________| English
SOURCE VIDEO __________| TS.XviD-IMAGE
RELEASE RUNTIME _______| 01:27:16

GENRE __________| Comedy | War

L'uomo che fissa le capre MD.TS ENG mkv

L’uomo che fissa le capre MD.TS ENG mkv


Immagine

Immagine

Regia: Grant Heslov
Sceneggiatura: Peter Straughan
Attori: Ewan McGregor, George Clooney, Kevin Spacey, Jeff Bridges, Robert Patrick, Stephen Root, Stephen Lang, Glenn Morshower, Nick Offerman, Rebecca Mader, Merik Tadros, Terry Serpico, Robert Curtis-Brown, Tim Griffin

Ruoli ed Interpreti
Fotografia: Robert Elswit
Montaggio: Tatiana S. Riegel
Produzione: BBC Films, Smoke House
Distribuzione: Medusa Film
Paese: USA 2009
Uscita Cinema: 06/11/2009
Genere: Commedia
Durata: 90 Min
Formato: Colore

Trama del film L’uomo che fissa le capre:
Bob Wilton (Ewan McGregor) è un giornalista di mezza tacca che dopo la fine dle suo matrimoni, si reca in Medio Oriente affamato di scoop. Lì incontra Lyn Cassidy (George Clooney), da oltre vent’anni membro di un reparto segreto dell’esercito statunitense che si prefigge di utilizzare facoltà paranormali in campo bellico. Scopre così che l’esercito e il modo di combattere sono cambiati: il bizzarro reparto si prefigge di utilizzare poteri psichici per poter leggere i pensieri del nemico, passare attraverso solide mura e perfino uccidere una capra semplicemente fissandola. Quando il fondatore del reparto Bill Django (Jeff Bridges) sparisce, Cassidy intraprende una missione per trovarlo e Bob si unirà a lui incuriosito dalle sue inverosimili storie.

Soggetto: Tratto dall’omonimo libro del giornalista inglese Jon Ronson sul First Earth Battalion dell’esercito americano.

L’uomo che fissa le capre MD TS ENG mkv

Immagine

http://hotfile.com/dl/21588320/4130beb/tmwsag.mitu420.part1.rar.html
http://hotfile.com/dl/21578751/2d59472/tmwsag.mitu420.part2.rar.html
http://hotfile.com/dl/21583051/623151f/tmwsag.mitu420.part3.rar.html

A/V 6/6

FORMAT ________________| MKV
FILE SIZE _____________| 350 MB
RESOLUTION ____________| 704 x 430
FRAME RATE ____________| 25 fps
NUBMER OF CDS _________| 1
LANGUAGE ______________| English
SOURCE VIDEO __________| TS.XviD-IMAGE
RELEASE RUNTIME _______| 01:27:16

GENRE __________| Comedy | War

Hocus Pocus (1993).avi (DVD RIP-ITA) [FS]

Info

FOTOGRAFIA: Hiro Narita
MONTAGGIO: Peter E. Berger
MUSICHE: John Debney
PRODUZIONE: DAVID KIRSCHNERS, STEVEN HAFT
DISTRIBUZIONE: BUENA VISTA INTERNATIONAL ITALIA (1994) – WALT DISNEY HOME VIDEO
PAESE: USA 1993
GENERE: Commedia, Family
DURATA: 100 Min

Trama

Nella migliore tradizione dei classici della commedia Disney, tre streghe vissute nel XVII secolo tornano ai giorni nostri per far fuoco e fiamme – in quel di Salem nel Massachusetts – nel momento in cui i loro inquieti spiriti vengono accidentalmente evocati nella notte di Halloween. Accusate di stregoneria e bandite trecento anni prima, le tre diaboliche fattucchiere avevano sempre sperato di poter tornare. Quel giorno è giunto ed il satanico trio si mette all’opera, gettando scompiglio con effetti comici devastanti. Ansiose di riprendere da dove avevano lasciato, devono però superare un ultimo ostacolo per garantirsi l’immortalità, un “triplice” ostacolo che per loro rappresenta anche una meta: il giovane Max Dennison, la sorellina Dani e la bella Allison. Dipende infatti dai tre giovani se l’incantesimo delle streghe si attuerà o si spezzerà definitivamente. Intanto, con occhi di salamandra, zampe di rana e lingue di cane – ed un gatto parlante di nome Binx – le redivive maliarde preparano la pozione magica per momenti di grande divertimento, intenzionate – come sono – ad assoggettare l’intera città al loro tenebroso incanto.

Download Link

Due gemelle in Australia , DVDRIP-ITA [MU][MV]

WWW.WEBWAREZ.IT

Testimoni di un crimine, le scatenate gemelle Maddy e Abby vengono sottoposte al programma di protezione dei testimoni. L’FBI le manda a Sydney, Australia, in attesa del processo. Le due ragazze spesso e volentieri sfuggono alla sorveglianza per godersi il sole e le spiagge, ma così si fanno notare dai “cattivi”…

Titolo Originale: OUR LIPS ARE SEALED
Regia: Craig Shapiro
Cast: Mary-Kate Olsen, Ashley Olsen, Jim Meskimen, Tamara Clatterbuck
Durata: h 1.24
Nazionalità: USA 2000
Genere: commedia

VEDI IL FILM IN STREAMING

SCARICA FILM

STREAMING | MEGAVIDEO

[hidepost=0]

-> GUARDA ON LINE <-

[/hidepost]

DOWNLOAD | MEGAPLOAD

[hidepost=0]

-> DOWNLOAD <-

[/hidepost]

ANTEPRIMA

[hidepost=0][/hidepost]

Due gemelle a parigi , DVDRIP-ITA [MU]

Immagine

Le piccole Melanie e Allyson Porter fanno visita al nonno Edward, ambasciatore americano nella Ville Lumière. L’anziano funzionario, che non ha molto tempo da dedicare alle irrequiete nipotine, decide di organizzare un tour in città: un giovane collaboratore dell’ambasciata si presta ad accompagnarle, facendo loro da guida…

Titolo Originale: PASSPORT TO PARIS
Cast: Mary Olsen, Kate Olsen, Ashley Olsen, Peter White, Matt Winston
Durata: h 1.27
Nazionalità: USA 1999
Genere: commedia

Download | megaupload

http://www.megaupload.com/?d=BH0D2IFX
http://www.megaupload.com/?d=E14XG4HH
http://www.megaupload.com/?d=5E7GOGPV
http://www.megaupload.com/?d=OEJ3TTJT
http://www.megaupload.com/?d=HWT0AXOO

Malcom X (2002 DvdRip) [MU]

Malcom X (2002 DvdRip) [MU]

Immagine

Immagine
Titolo originale: Malcolm X
Lingua originale: inglese, arabo
Paese: USA
Anno: 1992
Durata: 202′
Colore: colore, B/N
Audio: sonoro
Rapporto: 1,85:1
Genere: drammatico, biografico
Regia: Spike Lee
Soggetto: Spike Lee, Alex Haley (tratto dall’Autobiografia di Malcolm X)
Sceneggiatura: Spike Lee, Arnold Perl, James Baldwin (non accreditato)
Produttore: Spike Lee, Marvin Worth, Monty Ross
Casa di produzione: 40 Acres & a Mule Filmworks, JVC Enternameint, Largo International N.V.
Distribuzione (Italia): Warner Bros.
Immagine

* Denzel Washington: Malcolm X
* Angela Bassett: Betty Shabazz
* Albert Hall: Baines
* Al Freeman jr.: Elijah Muhammad
* Delroy Lindo: West Indian Archie
* Spike Lee: Shorty Henderson
* Theresa Randle: Laura
* Kate Vernon: Sophia
* Lonette McKee: Louise Little
* Tommy Hollis: Earl Little
* Roger Guenveur Smith: Rudy
* Joe Seneca: Toomer
* James McDaniel: fratello Earl
* Giancarlo Esposito: Thomas Hayer
* John Sayles: agente F.B.I.
* Martin Donovan: agente F.B.I.
* Christopher Plummer: Cappellano Gill
* Peter Boyle: Capitano Green
* Craig Wasson: presentatore televisivo
* Karen Allen: Miss Dunne
* Bobby Seale: predicatore
* Giancarlo Esposito: killer
* Veronica Webb: Sorella Lucille Rosary
* Ossie Davis: se stesso
* Nelson Mandela: se stesso
* Michael Jordan: se stesso
* Janet Jackson: se stessa
* Bill Cosby: se stesso
* Tracy Chapman: se stessa

Immagine
Il piccolo Malcom Little, figlio di un pastore protestante, cresce nel Nebraska. La sua infanzia è segnata tragicamente dalla violenza razzista: il padre è infatti ucciso dagli uomini del Ku Klux Klan che ne incendiano la fattoria e li riducono così in miseria. La madre impazzisce e muore in manicomio. Dopo anni in cui passa di famiglia in famiglia, giunge ormai adolescente a New York. È intelligente, ma la sua condizione lo conduce alla delinquenza: furti, spaccio di droga, prostituzione, sono i suoi campi. Finché viene arrestato e, dopo anni di carcere in cui conosce ogni sorta di esperienza negativa, si converte all’Islam, studia e impara a opporsi al potere bianco. Una volta fuori, completamente trasformato, si sposa, entra in un’organizzazione islamica e diventa un trascinatore politico. Divenuto una delle personalità più in vista del mondo afro-americano, si crea parecchi nemici. Per le sue posizioni sempre meno estremiste, ma favorevoli a un dialogo con i bianchi, viene in più occasioni minacciato…
Immagine

Dall’autobiografia di Malcolm X, redatta con la collaborazione di Alex Haley. Vita e morte dell’afroamericano Malcolm Little (Omaha, Nebraska, 1925 – New York 1965), ragazzo di strada soprannominato Detroit Red e Satan, convertito all’Islam col nome di Malcolm X dove la “X” sta al posto del cognome perduto nel tempo. La CIA e i suoi ex compagni lo misero a tacere per sempre il 21 febbraio 1965. È stato scritto che è un contenitore di 3 storie: un manifesto per i neri d’America, ossia un film a programma e di propaganda; una biografia agiografica in bilico tra il musical e il gangster movie; una parabola evangelica su un profeta e martire. Si può dissentire, ma a tenere insieme le varie componenti ci sono in ogni modo un attore (D. Washington con la voce di Francesco Pannofino) e la regia di un direttore d’orchestra che conosce bene la sua musica. Pur con il suo pittoresco stereotipato, i passaggi agiografici, le omissioni strumentali, i manierismi, le astuzie oratorie, è il ritratto di un principe. Nel cast ben 90 attori e 8 partecipazioni straordinarie.

Immagine

[ Info sul file ]

Nome: Malcom X – Spike Lee.avi
Data: 25/10/2008 17:46:39
Dimensione: 1,315,919,294 bytes (1254.958 MB)

[ Info generiche ]

Durata: 03:13:22 (11601.88 s)
Tipo di contenitore: AVI OpenDML
Streams totali: 2
Tipo stream n. 0: video
Tipo stream n. 1: audio
Audio streams: 1
JUNK: AVI OpenDML FlasKMPEG plugin (RGB, YUV) release

[ Dati rilevanti ]

Risoluzione: 704 x 384
Larghezza: multipla di 32
Altezza: multipla di 32

[ Traccia video ]

FourCC: XVID/XVID
Risoluzione: 704 x 384
Frame aspect ratio: 11:6 = 1.833333 (~1.85:1)
Pixel aspect ratio: 1:1 = 1
Display aspect ratio: 11:6 = 1.833333 (~1.85:1)
Framerate: 25 fps
Frames totali: 290047
Stream size: 1,121,806,874 bytes
Bitrate: 773.534547 kbps
Qf: 0.114455
Key frames: 2692 (0; 302; 602; 874; 1174; … 289903)
Null frames: 0
Min key int: 1
Max key int: 302
Key int medio: 107.744056
Ritardo: 0 ms

[ Traccia audio ]

Audio tag: 0x55 (MP3)
Bitrate (contenitore): 128 kbps CBR
Canali (contenitore): 2
Frequenza (contenitore): 44100 Hz
Chunks: 58009
Stream size: 185,628,081 bytes
Preload: 0 ms
Max A/V diff: 69 ms
Tipo: MPEG-1 Layer III
Chunk-aligned: No
Emphasis: none
Mode: joint stereo
Ritardo: 0 ms

Immagine

Immagine

Immagine

http://www.megaupload.com/?d=SLEQ24UD
http://www.megaupload.com/?d=3ORX70ZB
http://www.megaupload.com/?d=9CQDJTTG
http://www.megaupload.com/?d=IHJPWG18
http://www.megaupload.com/?d=EW4SBQXW
http://www.megaupload.com/?d=GCG7YBSE
http://www.megaupload.com/?d=IJSICTJS
http://www.megaupload.com/?d=GKFUEESJ
http://www.megaupload.com/?d=QXDPQ16Q
http://www.megaupload.com/?d=AY9B0G6K
http://www.megaupload.com/?d=H8H4IYKE
http://www.megaupload.com/?d=FUQCNTXZ
http://www.megaupload.com/?d=LPRH97YW
http://www.megaupload.com/?d=OPM4TBYC

Immagine

Donnie Darko (2001)

Donnie Darko – Streaming Film Megaivdeo Megaupload Dvdrip-it

Immagine

Un film di Richard Kelly. Con Jake Gyllenhaal, Noah Wyle, Drew Barrymore, Patrick Swayze, Holmes Osborne,Daveigh Chase, Maggie Gyllenhaal, Katharine Ross, Seth Rogen, Mary McDonnell, Jena Malone, James Duval, Jerry Trainor, Joan M. Blair, Sarah Hudson, Fran Kranz, Scotty Leavenworth, Arthur Taxier, Mark Hoffman, David St. James, Tom Tangen, Jazzie Mahannah, Jolene Purdy, Stuart Stone, Gary Lundy, Alex Greenwald, Beth Grant, David Moreland, Kristina Malota, Ashley Tisdale, Lee Weaver, Marina Malota, Carly Naples, Tiler Peck, Patience Cleveland, Lisa K. Wyatt, Rachel Winfree, Jack Salvatore Jr., Phyllis Lyons, Alison Jones

Drammatico, durata 108 min. – USA 2001. uscita venerdì 26 novembre 2004.

Sceneggiatura: Richard Kelly
Distribuzione (Italia): Moviemax

la Trama:
Il liceale Donnie Darko, in preda ad un attacco di insonnia, esce dalla casa dei genitori e incontra uno spaventoso coniglio gigante di nome Frank, che gli dice che il mondo finirà tra 28 giorni, 6 ore, 42 minuti e 12 secondi.

http://it.wikipedia.org/wiki/Donnie_Darko

Donnie Darko è il film d’esordio di Richard Kelly, scritto e prodotto nel 2001 e riproposto al cinema nella versione director’s cut, più lunga di 20 minuti, nel 2004.

Questa “rinascita” è dovuta all’enorme supporto dei fan, per i quali la pellicola è diventata un vero e proprio film cult, grazie alla sua miscela di esoterismo e fantascienza, anche se gli incassi al box-office furono, all’epoca della prima uscita, abbastanza bassi (517.375 dollari), cosa che non si è ripetuta in occasione della seconda uscita, che ha visto il film ottenere un grande successo anche al botteghino.

In realtà, in Italia il film è rimasto inedito nel 2002, ma in seguito alla sua presentazione fuori concorso (come “film sorpresa”) alla 61a Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia (2004) ed all’uscita negli Stati Uniti della versione director’s cut, l’opera di Kelly è approdata anche nelle sale italiane il 26 novembre 2004.

Successivamente, nel dicembre 2005, anche in Italia è stata pubblicata la versione director’s cut, ma solo per il mercato dei DVD.

Vedi Film in Streaming
Scarica Film
MEGAVIDEO
Download

LINK ALTERNATIVI:

[spoiler]

NEL FILE TROVERETE SIA L’AUDIO IN ITALIANO CHE IN INGLESE
CANALE 1 ITA
CANALE 2 ENG

[hidepost=0]

MU

http://www.megaupload.com/?d=SLVL5TLW
http://www.megaupload.com/?d=ROXD0DO0
http://www.megaupload.com/?d=QXXC2J78
http://www.megaupload.com/?d=0YO6B0RB
http://www.megaupload.com/?d=OFT9518B
http://www.megaupload.com/?d=9UIJ7D40
http://www.megaupload.com/?d=M3WO4OEC
http://www.megaupload.com/?d=58IZMW5N

MU ALTERNATIVI
http://www.megaupload.com/?d=SLVL5TLW
http://www.megaupload.com/?d=ROXD0DO0
http://www.megaupload.com/?d=QXXC2J78
http://www.megaupload.com/?d=0YO6B0RB
http://www.megaupload.com/?d=OFT9518B
http://www.megaupload.com/?d=9UIJ7D40
http://www.megaupload.com/?d=M3WO4OEC
http://www.megaupload.com/?d=58IZMW5N
COLONNA SONORALINK UNICO

http://www.megaupload.com/?d=80I0PDRW


[/hidepost]

[/spoiler]

Omen 4 – Presagio Infernale [DVDrip][MU]

Omen 4 – Presagio Infernale [DVDrip][MU]

Immagine

Regia: Jorge Montesi
Interpreti: Michael Woods, Faye Grant
Durata: 93 min.
Nazionalità: USA
Anno di produzione: 1991
Genere: Horror

Audio 9 video 9

Trama

Damien è morto ma la sua profezia si reincarna in Delia una misteriosa bambina adottata e la madre adottiva scoperte le strane circostanza in cui la figlia è nata decide di rivolgersi…

Link

[Controllo Link]

http://www.megaupload.com/?d=RSLIA2TU
http://www.megaupload.com/?d=7FO6E27U
http://www.megaupload.com/?d=0GV80XTG
http://www.megaupload.com/?d=0Y3VY3PK
http://www.megaupload.com/?d=3U56MO48
http://www.megaupload.com/?d=0T2LO6TC
http://www.megaupload.com/?d=R2EZO0BC
http://www.megaupload.com/?d=5838QJZ3
http://www.megaupload.com/?d=Y11PLLT4
http://www.megaupload.com/?d=OZ00FXOH
http://www.megaupload.com/?d=CIU0YDH6
http://www.megaupload.com/?d=UN9U2ZNS